WhiriWhiri è una Social Community, non un classico Social Network!

WhiriWhiri è una Social Community, non un classico Social Network!

I social network sono diventati come una seconda realtà. Panorami, selfie, cibo, pensieri, geolocalizzazioni, auguri di compleanno, messaggi privati, stories – tutta la nostra vita viene sdoppiata e postata sui social, dove le persone che ci conoscono (e anche quelle che non ci conoscono) possono vederla. Che sia un bene o un male, il mondo moderno ormai funziona in questo modo, e tornare indietro è impossibile.

I social network sono vastissimi, e sentirsi spaesati è un attimo; come nella vita vera, anche in quella virtuale le persone hanno bisogno di punti fermi, di sicurezze. Le community sono nate proprio per questo: da un lato, per fidelizzare un gruppo di persone e magari vendere loro qualcosa, e dall’altro lato per far sentire queste persone vicine ad altre persone che condividono gli stessi interessi e le loro stesse passioni – gruppi in cui si parla di calcio, di automobili o di libri, pagine dedicate al cinema, allo sport, al gossip o al mondo della scuola. Esistono gruppi e pagine per qualsiasi cosa, e la gente ne fa parte perché – come nella vita vera – ha bisogno di avere vicino delle persone, e non numeri di followers o “amici” che valgono poco o niente.

In questo oceano di possibilità – in questo oceano di social, di gruppi, di community –, WhiriWhiri si ritaglia la sua parte, avvicinando un gruppo di persone ben specifico che coi social ci vive o con cui a volte addirittura ci è nato, e che sui social e in generale su Internet passa gran parte del proprio tempo: gli studenti.

Quando io mi iscrissi all’università ero spaesato e solo – durante il terzo anno, se non avessi avuto una conversazione casuale con un tizio, non avrei mai saputo di dover dare un esame in più di quelli preventivati –, ma se avessi fatto parte di WhiriWhiri probabilmente non mi sarei sentito così abbandonato. Perché WhiriWhiri è una community che mette in contatto gli studenti, li aiuta a orientarsi nel mondo universitario, a scegliere la facoltà giusta, a capire come funziona la propria; grazie alla sua App, permette di commentare corsi ed esami per aiutare gli altri con la propria esperienza, e inoltre fornisce consigli e informazioni utili anche sulla città – biblioteche, aule studio, mense, luoghi ricreativi –, dando la possibilità a questi utenti virtuali di diventare utenti reali – di incontrarsi, insomma, e di conoscersi.

Nel mondo virtuale e nel mondo social di oggi esistono moltissimi gruppi Facebook, community o pagine per studenti, ma WhiriWhiri non è una delle tante.
WhiriWhiri è lo specchio virtuale dell’università reale, un luogo in cui rifugiarsi e in cui trovare conforto durante il periodo universitario e pre-universitario, una piattaforma che aiuta a non perdersi nella città e nello studio, che facilita a trovare dei punti di riferimento, che dà qualche consiglio, che unisce gli studenti e li aiuta a vivere la loro vita universitaria al meglio.

Pubblicato da Alessandro Mambelli.

No comments yet.

Entra in WhiriWhiri per poter commentare.

Accedi