Consigli e trucchi per passare un felice Natale di studio

Consigli e trucchi per passare un felice Natale di studio

Le vacanze di Natale per un universitario sono sempre poco "vacanze" e molto "universitarie", nel senso che la sessione incombe, le cose da studiare sono tante e il tempo è poco, considerando anche che è Natale, e sicuramente la voglia di prendere respiro dopo un lungo semestre è tanta. Come fare allora per gestire il tempo al meglio, riuscendo a preparare gli esami della sessione e ingozzarsi di pandoro fino a scoppiare? Ecco alcuni piccoli consigli.

Innanzitutto, la cosa più importante è cominciare a studiare in anticipo. Sembrerà stupido, ma anche se è faticoso, cominciare a studiare durante le lezioni aiuta non solo ad arrivare preparati alle vacanze e quindi alla sessione, ma semplifica lo studio in generale. Ripetere la lezione qualche giorno dopo averla seguita, o sistematicamente correggere gli appunti, sono tutti metodi che permettono di velocizzare le cose (e non solo durante il frenetico periodo natalizio, ma anche per gli altri mesi dell'anno).

In secondo luogo, non farsi prendere dal panico. Certo, c'è una bella differenza fra pensare di avere tempo finché non è troppo tardi e rilassarsi, ma è importante non innervosirsi inutilmente. Se si comincia a studiare per tempo, ci si renderà conto che le vacanze prima della sessione sono lunghissime. Oltre a dicembre, c'è anche buona parte di gennaio (poi dipende da esame a esame, ovviamente), e ogni giorno è composto da molte ore. Dividersi la mole di studio è un ottimo modo per farlo sembrare meno, e così facendo si può arrivare alla data fatidica preparati. Certo, dipende da persona a persona: quelle molto ansiose è probabile che non riusciranno mai a pensare lucidamente a tutto il tempo a disposizione; io però - da persona molto ansiosa - ho imparato a usare questo trucchetto mentale e devo dire che pensare di avere tempo e suddividersi lo studio non mi ha mai fatto delirare per un esame.

Infine, non osare toccare i libri il giorno di Natale e quello di Santo Stefano, ovviamente (come minimo!), e non dimenticate di mangiare il pandoro (perché sì, è meglio del panettone, ovviamente).

E voi? Come passerete il Natale? Fatecelo sapere nei commenti!

Pubblicato da Alessandro Mambelli.

No comments yet.

Entra in WhiriWhiri per poter commentare.

Accedi