I viaggi dell’universitario

I viaggi dell’universitario

Viaggiare, per un universitario, può sembrare solo un sogno. Durante gli esami è impensabile, fra una sessione e l’altra ci sono le lezioni e quando non ci sono le lezioni spesso bisogna comunque studiare per preparare gli appelli futuri o recuperare quelli persi; eppure, risparmiando un po’, i viaggi durante l’università saranno fra i più belli – non tanto per la meta in sé, quanto per il momento della vita in cui vengono fatti.

Durante la vita universitaria, l’unico momento in cui poter fare un viaggio lungo è l’estate: esami finiti, nessuna lezione, più tempo per organizzarsi se per caso si dovesse recuperare qualche appello… eccetera.

Ovviamente un universitario non può permettersi spese folli – niente villaggi a cinque stelle, per intenderci –, però l’Europa riserva diverse alternative davvero appetibili. Innanzitutto, luoghi come il Portogallo o la Spagna costiera, che uniscono le spiagge e la vita da mare con la cultura – cultura molto diversa da quella italiana, vista la Storia della penisola iberica. Inoltre, il cibo è ottimo.

Per risparmiare durante questi viaggi estivi, naturalmente – in estate i prezzi sono sempre più alti –, conviene prenotare per tempo, e sempre affidandosi a siti di affitti come Airbnb. Infine, durante il giorno, bisognerebbe riuscire ad arrangiarsi come si può col cibo – panini, spesa in casa e pranzo al volo –, in modo da potersi concedere una o due cenette come si deve.

Anche durante i semestri e fra una sessione e l’altra c’è sempre la possibilità di fare qualche viaggetto. Questi sono i più interessanti, ovviamente, perché nonostante siano i più difficili da organizzare, senza dubbio sono comunque belli.

Fra una sessione e l’altra, se tutto fila liscio, molto spesso restano sempre una manciata di giorni prima dell’inizio delle lezioni: un weekend lungo, per riprendersi dallo stress degli esami e ricaricarsi per il semestre successivo, sarebbe perfetto. Molte città europee sono adatte per questo tipo di vacanza: Parigi, Londra, Barcellona, Vienna, Praga… Tutte città al massimo a due ore di aereo dall’Italia. Anzi, molto spesso queste città sono adatte anche a weekend più brevi proprio in mezzo al semestre, magari all’inizio, quando il carico di studio non è ancora opprimente.

Ma per questi weekend-lampo in mezzo al semestre, la meta ideale resta sempre l’Italia. Fortunatamente, l’Italia è uno dei Paesi più ricchi per cultura, paesaggi, luoghi di vacanza… eccetera – mare, montagna, parchi, città d’arte. Con i treni ad alta velocita si può raggiungere quasi ogni angolo dello Stivale in poche ore, e i prezzi dei biglietti a volte non sono alti. Tuttavia, volendo risparmiare e non potendo prenotare i biglietti con largo anticipo, si può scegliere una meta raggiungibile in auto. In Italia esistono veramente così tanti luoghi che è impossibile restare a casa!

Infine, anche in questi weekend-lampo è facilissimo risparmiare: ostelli, Airbnb… e amici. In effetti, se si conosce qualche amico che vive nelle città visitata – magari per studio –, è facile farsi dare qualche consiglio, o – perché no – farsi ospitare (offrendogli qualche cena per sdebitarsi…).

E voi? Quali viaggi avete fatto o avete in programma di fare durante prossimamente? Fatecelo sapere nei commenti!

Pubblicato da Alessandro Mambelli.

No comments yet.

Entra in WhiriWhiri per poter commentare.

Accedi