L’università di Milano è quarta al mondo per la ricerca sul Covid

L’università di Milano è quarta al mondo per la ricerca sul Covid

Qualche tempo fa avevamo parlato delle ricerche universitarie legate al Covid. In effetti, la pandemia ha scombussolato tutti i piani “scientifici”. Case farmaceutiche, dipartimenti universitari, laboratori… Tutti quanti hanno cominciato sin da subito a studiare il nuovo virus per trovare un vaccino o capirlo meglio, e per la prima volta la scienza di tutto il mondo si è concentrata su un unico problema per risolverlo. Il risultato di ciò che le menti scientifiche del globo possono fare quando collaborano insieme per un obbiettivo comune è – ovviamente – il vaccino. Non è stato trovato così in fretta perché le ricerche sono state poco approfondite, ma è stato studiato così velocemente proprio perché per mesi e mesi non si è fatto altro.

In questo scenario, è notizia di una settimana fa il primato dell’Università di Milano. L’ateneo statale, infatti, è la quarta università al mondo per pubblicazione di articoli sul Covid. L’ha certificato la rivista Science. Sul sito dell’Ansa si può leggere che “considerando le istituzioni universitarie, l’Università Statale di Milano, con 287 articoli, è il primo ateneo in Europa ed il quarto al mondo preceduta dalle due università di Wuhan e dalla Harvard Medical School”. Milano, tra l’altro, è la prima in Europa (se non consideriamo gli istituti di ricerca, perché a quel punto l’INSERM, l’Istituto Nazionale per la Salute e la ricerca biomedica di Francia, salirebbe di una posizione). Inutile dire che il sindaco di Milano, il rettore e la prorettrice al dipartimento di Ricerca e Innovazione Prof.ssa Maria Pia Abbracchio sono felicissimi del risultato.

Le prime tre università della classifica sono la Huazhong University of Science and Technology (quella di Wuhan, per intenderci), il Tongji Medical College e Harvard. Sono tutte posizioni abbastanza ovvie. È normale, infatti, che l’università della città in cui la pandemia è scoppiata sia la prima al mondo per ricerca e articoli pubblicati, ed è normale che al secondo posto ci sia il Tongji Medical College. In effetti, questa è una scuola medica, e fra le altre cose si trova proprio nella città di Wuhan (ed è una specie di succursale della Huazhong University of Science and Technology). Non sorprende neanche Harvard, essendo una delle università migliori del mondo. Anche l’INSERM non è così incredibile: oltre ad essere l’organizzazione governativa sanitaria (in pratica è il nostro Istituto Superiore di Sanità), è anche il secondo miglior centro di ricerca per la salute al mondo (secondo il SCImago Institutions Rankings). Per Milano, essere fra questi giganti è un enorme orgoglio.

A questo link, comunque, potete trovare l’articolo di Science.

Pubblicato da Alessandro Mambelli.