Un incendio ha distrutto alcuni edifici dell’Università di Cape Town

Un incendio ha distrutto alcuni edifici dell’Università di Cape Town

Il 19 aprile 2021, un incendio ha distrutto alcuni edifici storici dell’Università di Città del Capo.

L’incendio è scoppiato sulla Table Mountain, la cima che domina la città. Complici il caldo e il vento, le fiamme sono scese a valle investendo diversi edifici della vicina Università.

Sono andati bruciati due piani della storica Jagger Library, un mulino e alcuni alloggi. Centinaia di studenti hanno evacuato a piedi.

Poche ore prima alcuni escursionisti avevano lanciato l’allarme mentre erano sulla montagna. Sono andati persi anche alcuni alberi nel parco e un ristorante.

L’Università di Cape Town nacque dal Collegio Sudafricano, che venne inaugurato l’1 ottobre 1829 a seguito di una sovvenzione stanziata dal governatore Somerset.

Molti finanziamenti pubblici fecero espandere l’ateneo fra l’800 e il ‘900: laboratori, dipartimenti di mineralogia e geologia… Tutte materie affini alle miniere di diamanti e oro della zona.

Le donne furono ammesse dal 1887, mentre nel 1918 fu istituita la scuola di Medicina. Nel 1928, poi, la maggior parte degli edifici fu spostata sulle pendici del Picco del Diavolo.

Siamo in Sudafrica, quindi i primi studenti neri furono ammessi solo nel 1920. Dal ’90, il numero di studenti neri ammessi all’università è aumentato del 35%, mentre nel 2004 erano quasi la metà del totale.

Pubblicato da Alessandro Mambelli.