Le università più antiche del mondo (Episodio IV)

Le università più antiche del mondo (Episodio IV)

Concludiamo questa saga spostandoci dall’altra parte dell’Oceano Atlantico, negli Stati Uniti.

Quali sono le università più antiche dello Stato? Scopriamolo insieme.

Harvard
Quasi tutti gli storici concordano nel dire che questa sia l’università americana più antica. Fu fondata il 18 settembre del 1636 (o l’8, se consideriamo il calendario giuliano), a seguito di una decisione della Colonia della Baia del Massachusetts.

All’inizio si chiamava New College, poi prese il nome di Harvard dal 13 marzo del 1639. John Harvard era un pastore puritano, principale finanziatore dell’ateneo, che alla sua morte aveva lasciato scritto nel testamento di donare tutta la sua biblioteca al college. I libri, in totale, erano 400. Oggi sembra assurdo, considerando che qualsiasi università ha biblioteche con migliaia di volumi, ma per l’epoca era un tesoretto niente male. Tra l’altro, l’odierna biblioteca è quella universitaria più grande del mondo, con oltre 15 milioni di volumi (e la terza in assoluto dopo quella del Congresso e la British Library).

L’università, comunque, decise di chiamare il college Harvard per ringraziare John del gesto.

Nel corso dei secoli divenne una scuola molto esclusiva e molto rilevante, tanto che oggi è una delle migliori del mondo.

L’università della Pennsylvania
La Penn fu fondata nel 1740 con il nome di Academy of Philadelphia. Uno dei promotori fu Benjamin Franklin.

Ad oggi, questa università ha 4.500 professori e 20.000 studenti. Fu qui che, nel 1909, Howard Taylor Ricketts scoprì il microrganismo che provoca la febbre purpurea.

La facoltà di legge della scuola è molto particolare, perché fu fondata nientepopodimeno che da James Wilson, uno dei firmatari della Costituzione degli Stati Uniti.

Molti giudici della Corte Suprema hanno studiato qui.

Pubblicato da Alessandro Mambelli.