Come funziona il sistema scolastico francese

Come funziona il sistema scolastico francese

Dopo aver visto quello americano e quello inglese, oggi viaggiamo fino alle coste francesi, dove scopriremo come funziona il loro sistema scolastico.

Anche in Francia, come praticamente in tutto il mondo, esistono scuole pubbliche e scuole private. Di base, le due scuole sono identiche: stesse materie, stessi metodi didattici e in teoria stessi insegnanti, perché i concorsi di abilitazione per insegnare sono uguali per tutti. Le scuole private, però, hanno anche un’ora di religione facoltativa, mentre quelle pubbliche sono tendenzialmente laiche: si insegna storia delle religioni e basta. In Francia, poi, si frequenta la scuola della propria zona di residenza, quindi a volte gli istituti privati sono scelti per non dover andare in una scuola pessima.

Il percorso scolastico è uguale per tutti. Si parte con la materna (École maternelle), dai tre anni fino ai sei, divisa in tre sezioni: Petite Section, Moyenne Section e Grande Section – una per anno. Dopodiché si passa alla École élémentaire (la scuola elementare), che dura sei anni come quella italiana.

La scuola media (Collège) dura quattro anni, e si divide in Sixième, Cinquième, Quatrième e Troisième. E poi, seguendo praticamente la stessa struttura italiana, si passa alle superiori (Lycée), che però durano tre anni. Ne esistono tre tipi.

Il Lycée Général, che in pratica è il liceo italiano, è diviso in tre possibili indirizzi – Scientifique, Littéraire o Économique et Social –, anche se l’edificio è uno solo. Il Lycée Technologique è come i nostri istituti tecnici, e come loro hanno tantissimi rami. Il Lycée professionnel, invece, corrisponde alle scuole professionali. Le scuole superiori francesi, però, richiedono certi voti alle medie per poter essere frequentate.

L’università, infine, presenta tre diversi percorsi. Quella classica, divisa in tre anni più due (Licence e Master), è a numero aperto, ed esistono sia atenei pubblici che professionali (tipo il MIT). Le Grandes École sono istituti di alto livello legati a settori come economia e ingegneria, e a cui si può accedere solo dopo aver frequentato un corso preparatorio di due anni. Le Écoles Normales Supérieures, invece, sono scuole per futuri insegnanti e ricercatori.

E le vacanze? Di solito ogni due mesi c’è una pausa di due settimane, tranne in estate in cui si sta a casa due mesi interi. La scuola inizia a settembre, e a fine ottobre c’è la prima pausa. A dicembre, ovviamente, c’è l’interruzione per Natale, mentre a fine febbraio ci sono le cosiddette “vacanze d’inverno” e ad aprile quelle di “primavera”. A inizio luglio, infine, inizia l’estate.

Per quanto riguarda l’orario, invece, si tende a frequentare fino al pomeriggio, con un giorno libero a settimana.

Pubblicato da Alessandro Mambelli.